fbpx
TocTocDoor, il primo Social Network di quartiere

TocTocDoor, il primo Social Network di quartiere

Da qualche parte esiste una camera tappezzata di poster e, al suo interno, c’è sicuramente un ragazzino brufoloso dotato di occhiali enormi ed ego minuscolo. La sua patologica paura dell’altro sesso è palpabile. Un giorno bussano alla porta di casa, lui apre e scopre che la capo cheerleader del liceo è sua vicina e ha finito lo zucchero.

Altrove c’è invece una casa che versa nel caos. Appartiene a una ragazza-madre single che annega nell’alcol e che consuma tre pacchetti di sigarette al giorno. Poi però suonano alla porta: è la nonnina del primo piano che ha fatto i biscotti e che vuole condividerli con lei.

Queste sono solo due delle classiche situazioni da film in cui i vicini si presentano alla porta con le scuse più disparate e danno il via a una serie di eventi che va sempre a finire nel migliore dei modi, almeno sul grande schermo.

Nella realtà -ammettiamolo- è già tanto se conosciamo il nome di battesimo del nostro dirimpettaio. Che ci vada pure a genio è quasi utopia. Non sarebbe però bellissimo se il nostro quartiere ricordasse la Stars Hollow del telefilm Gilmore Girls, dove tutti sono amici di tutti e si partecipa a eventi comunitari?

Forse ciò accade solo nelle serie TV, ma almeno adesso, grazie all’idea dei fratelli Trigiani, possiamo provare a scoprirlo.

Un anno fa, a Torino, è infatti nato TocTocDoor, il primo Social Network di quartiere che mira a farci entrare nelle case degli altri attraverso la porta più discreta: quella rassicurante del pc.

Perfavore accetta i statistics, marketing cookies per vedere questo contenuto.

In un’epoca in cui le relazioni sociali si intrecciano sempre di più nella rete, una startup italiana ha pensato di approfittare di questo fatto per “avvicinare i vicini”.

Su TocTocDoor si possono condividere interessi, esperienze e informazioni utili al fine di scoprire se nei paraggi qualcuno possiede i nostri stessi hobby o semplicemente la nostra stessa voglia di fare nuove amicizie.

Il progetto è partito da alcuni quartieri centrali della capitale Piemontese, che pare essere stata quella con la risposta migliore ai sondaggi. Tutto ha avuto inizio con una campagna Facebook per poi evolversi nella distribuzione di volantini di invito all’interno degli esercizi commerciali delle zone interessate.

Vuoi portare il cane a spasso ma non hai voglia di farlo da solo? Vuoi proporre una gita in bicicletta ma i tuoi amici sono degli scansafatiche? Ti annoi e vuoi sapere se ci sono eventi particolari nel tuo quartiere? Beh, TocTocDoor ti da la possibilità di scoprire quante e quali porte si apriranno per te.

Il progetto TocTocDoor si trova su Facebook, su Twitter, su YouTube sul sito ufficiale.

Dunter con Yes!Torino agli HSA 2013

Dunter con Yes!Torino agli HSA 2013

Vincere il premio “Miglior strategia di social media marketing per strutture aggregate” con Yes! Enjoy Torino agli Hospitality Social Awards 2013? Fatto! Dunter è fiera di annunciare il risultato ottenuto al BTO 2013, tenutosi il 3 dicembre a Firenze. Incaricati di promuovere il territorio di Torino e Provincia abbiamo delineato, in stretta sinergia con la Camera di Commercio di Torino, una strategia che integrasse l’accoglienza e il territorio, in linea con la mission di Yes! Torino, con i social media, creando valore e coinvolgendo la community di Yes! su tutti i suoi canali. La Camera di Commercio ha chiesto, quindi, ad albergatori e rifugisti a marchio Yes!2013 di raccontare Torino e Provincia con dei piccoli/grandi consigli in qualità di esperti del territorio e abbiamo creato un passaggio di consigli da loro ad un selezionato gruppo di Instagramers da tutta Italia, invitati ed accolti a Torino per scoprire e raccontare attraverso i loro occhi e (e le loro fotocamere) accolti e guidati dagli Instagramers Piemontesi. Questo ci ha permesso di creare una rete di suggerimentii e di esperienze sul territorio da condividere con gli utenti delle community (torinesi e non solo) perché potessero incuriosirsi e scegliere di viverle personalmente o grazie ai suggerimenti degli hotel e grazie al racconto di viaggio degli Instagramers. L’attività che ha integrato online e offline, mobile e piattaforme tradizionali, ci ha permesso di raccontare una storia di accoglienza, socialmedia, e sinergie strategiche e partecipative nella cornice del territorio di Torino e Provincia.

L’infografica realizzata dagli Igers
La Social Media Week ritorna a Torino dal 23 al 27 settembre!

La Social Media Week ritorna a Torino dal 23 al 27 settembre!

Dopo la ricca edizione milanese di febbraio 2013, Social Media Week torna a Torino a settembre 2013.

Organizzato da Dunter e Codice.Idee per la cultura, l’evento sarà questa volta orientato sui principi della collaborazione e della connessione globale riunite sotto il titolo di Open&Connected, il grande contenitore che terrà insieme le grandi capitali internazionali, i professionisti del web, le aziende e tutti coloro che si sono aperti al mondo della comunicazione digitale e dei social network o che vogliono farlo.

Dal 23 al 27 settembre Torino ospiterà una settimana interamente dedicata ai social media e alla comunicazione digitale.

Cinque giorni d’incontri, seminari, conferenze, laboratori in cui si lavorerà, si comunicherà, ci si divertirà e ci si racconterà quali sono le novità in campo digitale, cosa sta accadendo dall’altra parte del mondo, cosa ci siamo persi e come contribuire all’innovazione. Il tutto contemporaneamente alle maggiori città del mondo.

Torino che si scopre e si afferma come città avanzata, città di innovazione, creatività, impegno e disponibilità verso ambienti in continua evoluzione come quelli del digitale.

Torino oggi rappresenta con Milano, che ospita l’evento in alternanza e sinergia, un ricco laboratorio di comunicazione, innovazione e sperimentazione che si impegna a raccontare l’avanguardia nazionale sulla scena internazionale.

Siamo davvero felici quindi dell’opportunità di ospitare ancora una volta l’importante manifestazione che è nostra intenzione far diventare appuntamento fisso.

#apertoeconnesso o, al femminile, #apertaeconnessa, saranno quindi le parole chiave che ci indicano il percorso per preparare una SMW Torino 2013 sempre più stimolante, inclusiva e ramificata.

Vi aspettiamo tutti allora a Torino dal 23 al 27 settembre!

Su Rolling Stone Italia di Dicembre c’è Dunter

Su Rolling Stone Italia di Dicembre c’è Dunter

L’articolo su Salvatore Perri, CEO di Dunter, su Rolling Stone Italia di Dicembre 2012

Come ogni mese, qui in Dunter si sfogliano i magazine di riferimento alla ricerca di novità e spunti interessanti. Questo mese, durante la consultazione di Rolling Stone n°#110, Andrea Bracco, collaboratore e progettista Dunter, scova una colonna nella rubrica “L’alveare” a pagina 134 dedicata a Salvatore Perri, CEO di Dunter.

Nell’articolo si menziona Dunter e il suo importante ruolo nell’essere riuscita a realizzare la prima Social Media Week Torino e trapelano apprezzamenti rivolti alla nostra agenzia e all’impegno umile e costante nella ricerca di nuove strategie che siano sempre al passo coi tempi.

La rubrica titola così:

“Ogni mese, Lo scrittore Gianluigi Ricuperati costruisce per RS un alveare della Conoscenza Pubblica – presentando in un anno 48 personaggi interessanti ed emergenti che lavorano negli ambiti più disparati della produzione culturale contemporanea, dalla letteratura alla scienza, dal design al cinema. Il meccanismo è semplice: ciascun nome suggerisce o si lega a quello che lo segue, in una tela globale di ammirazione e collaborazione senza limiti.”

Che dire? Un grazie sentito a Gianluigi Ricuperati per le sensazioni e il parere trasmesso nelle sue dichiarazioni.

Saremo dispettosi, sì, ma ce la mettiamo ogni giorno a dare il meglio e portare avanti la nostra missione.

Alle porte del 2013, se la fine del mondo non si porterà via anche la nostra tana (e con essa, tutti i dunters), continuate a seguirci, a condividerci e proliferare il nostro verbo. Non vi lasceremo di certo a bocca asciutta.

SMW Torino: Ringraziamenti

SMW Torino: Ringraziamenti

Desideriamo condividere con le Istituzioni la grande avventura di Social Media Week Torino 2012.
Non avremmo mai potuto ottenere gli obiettivi raggiunti senza il loro sostegno costante e in particolare:

del Sindaco Piero Fassino per aver appoggiato la candidatura della Città di Torino per l’edizione del 2012, della Regione Piemonte per il patrocinio e dell’Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili della Regione Piemonte per la scelta decisiva e tempestiva di aver messo a disposizione il Museo Regionale di Scienze Naturali che, con la sua sala conferenze, ha accolto parte fondamentale dell’evento, della Provincia di Torino per il patrocinio, della Camera di commercio di Torino per il sostegno, il patrocinio e le sale di Torino Incontra, dell’Università di Torino, del Politecnico di Torino e dell’Unione Industriale di Torino per i loro patrocini. Ultimi, ma non meno importanti, i prestigiosi patrocini ricevuti dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal Ministero dello Sviluppo Economico.

E’ stato un gran lavoro, ma è stato un lavoro comune, e in questo sta la nostra più grande soddisfazione. Abbiamo trovato in tutte le Istituzioni un interlocutore attento, sensibile e soprattutto orientato alla soluzione dei problemi, grandi e piccoli, che manifestazioni internazionali di tale portata sempre comportano.

Ancora grazie.

Vittorio Bo, presidente di Codice.Idee per la cultura e Salvatore Perri, presidente di Dunter e l’intero staff organizzativo Social Media Week 2012.