Banche e Social Media: il panorama italiano [INFOGRAFICA]

Banche e Social Media: il panorama italiano [INFOGRAFICA]

Uno dei settori che negli ultimi anni è stato rivoluzionato dall’uso dei Social Media è senza dubbio quello degli istituti bancari: un boom che ha permesso alle banche di creare community, migliorare i propri servizi (soprattutto per quanto riguarda l’assistenza clienti) e in, certi casi, coinvolgere gli utenti in modo partecipato per innovare la propria visione e i propri prodotti.

Attraverso una ricerca abbiamo scoperto quali sono le banche più virtuose sui diversi Social Media: sia prendendo in considerazione la reti sociali più usate (ovviamente Facebook e Twitter), ma anche dando un occhio ad altri presidi apparentemente meno adatti ad un istituto bancario (per esempio Instagram o Pinterest).

E’ stato anche interessante notare come nella strategia digitale di alcune banche ci sia l’uso di un blog/magazine che supporta la parte editoriale sui Social Media. Oppure di come la maggior parte delle banche eviti di parlare alle proprie community esclusivamente dei loro servizi o del mondo del risparmio: si cerca piuttosto di veicolare i propri valori attraverso immaginari legati al mondo dello sport, all’innovazione tecnologica, alla musica, ect.

Su quest’ultimo punto emerge un approccio che è molto simile per molte banche, quello di creare un ecosistema sociale fatto d’interessi e passioni, in cui l’interazione non si limita alla sola relazione finanziaria. In alcuni casi, come quello della Banca Nazionale del Lavoro, questa idea è sviluppata alla sua massima potenza: la banca ha affiancato ad alcune pagine dedicate ai propri servizi due community, una legata al mondo del Cinema e l’altra al mondo del Tennis, raggiungendo un pubblico fra i più vasti in assoluto.

Detto questo, ci sono ovviamente ancora molte difficoltà per le banche di fare un uso adeguato delle risorse digitali: ad esempio solo una piccola percentuale di istituti offre sui propri canali un servizio di social customer care. Le potenzialità in questo sono ancora tutte da valorizzare.

Ma ecco di seguito tutti i dati che abbiamo raccolto graficati a dovere (dalla nostra bravissima Alessia) in un’infografica, per rendervi la fruizione della nostra analisi più sintetica e semplice possibile.

 

D_socialbanche-01 (2)

L'autore

Lascia un commento