Circo Italia: un monumento funebre (collettivo e condiviso) per l’Italia

Circo Italia: un monumento funebre (collettivo e condiviso) per l’Italia

C’è chi festeggia il 150°, c’è chi gli organizza un funerale. Idea grottesca? Forse. Un progetto ambizioso? Sicuramente.

 

Dal 2 al 6 di novembre ricomincia Paratissima a Torino (leggi l’intervista fatta a Lorenzo Germak lo scorso anno sul blog di Dunter), tra gli oltre 500 artisti partecipanti, accadrà qualcosa di molto particolare presso lo Spazio Sintesi, nel quartiere San Salvario.

 

Ho voluto lasciare uno spazio totalmente libero agli amici di Housedada per spiegarci Circo Italia, il loro progetto 2.0 che partirà dalle strade di Torino e (come tante altre realtà) si aprirà a tutta l’Italia con appuntamenti nelle più grandi città della Penisola.

 

Ecco quanto scrive Michele Canevese, cofounder di Housedada:

 

Nel 150° anniversario, il collettivo Housedada e lo studio di architettura Weekend In A Morning annunciano la morte dell’Italia e l’avvio del tour per il Bel Paese di CIRCO ITALIA, la più grande opera d’arte collettiva degli ultimi 150 anni, che raccoglie le immagini e le riflessioni di artisti e cittadini – secondo il principio della condivisione e dell’aggregazione – sul tema “150 anni. Un Monumento Funebre per l’Italia. Perché prima di una resurrezione servono comunque un funerale e un sepolcro”.

 

L’obiettivo del progetto è quello di offrire un ritratto della nazione che possa fare emergere quelle realtà circoscritte che ne costituiscono il substrato creativo. Realtà che vivono e si sviluppano indipendentemente dal clima economico, politico, sociale e culturale del paese e, spesso, nonostante quelle stesse condizioni.

 

Circo Italia

Le opere rappresentano visioni diverse che si completano l’una con l’altra. Monumenti funebri all’Italia a cui si può rendere omaggio partecipando al funerale surreale che viene messo in scena, ogni giorno, nello spazio Sintesi, durante Paratissima, a Torino – prima capitale d’Italia e prima tappa del tour per il Bel Paese che toccherà le città di Bologna, Palermo, Roma, Milano, Venezia.

 

12 testimonial partecipano al lancio dell’iniziativa proponendo le loro opere pilota:

 

2A+P/A
Marco Cervetti
Comoglio Architetti
Daniele Galliano
MARC
OFL Architecture
Alex Pinna
Salottobuono
Beniamino Servino
Super!
(Patrick Tuttofuoco,
Riccardo Previdi,
Massimiliano Buvoli)
Max Tomasinelli
Yellow Office

per info: Circo Italia

 

Autore: Michele Canevese (designer e videomaker da molti anni presso il Collettivo Housedada) per il Blog di Dunter.

 

L'autore

Lascia un commento